Non vogliamo festeggiare prematuramente, ma pare proprio che Stresa ospiterà il primo Museo del Liberty in Italia!

I lavori sono già iniziati: la sede è stata individuata nella splendida villa “La Rondine” dal coordinatore del progetto Prof. Giorgio Chiari e a quanto pare gli spazi interni sono già in fase di progettazione da parte di un team di architetti sotto la supervisione del curatore scientifico incaricato, l’esperto di Liberty Andrea Speziali.

La prima mostra tematica è prevista per la primavera 2021 e sarà incentrata sulla grafica d’arte con litografie di A. Mucha e di diversi autori italiani.

Nel frattempo prosegue il lavoro di coordinamento con collezionisti privati per la donazione o il prestito delle opere che costituiranno il cuore della collezione. Le opere d’arte già raccolte per il museo sono circa una centocinquanta fra confermate e in trattativa e sono composte da litografie, ceramiche, mobili e pubblicazioni.

Nel museo si terranno anche cicli di conferenze per far conoscere meglio al pubblico artisti del Novecento meno conosciuti ma di grande talento come Mirko Vucetich, Giulio Guerra e altri.

Molto interessante anche l’idea di creare una biblioteca dedicata esclusivamente all’Art Nouveau con un centinaio di pubblicazioni a tema. Un modo per dare vita ad un piccolo ma esaustivo centro studi.

Vi terremo informai sugli sviluppi di questo nuovo gioiellino di cultura che va ad aggiungersi ad una già ricca proposta. Stresa e il Lago Maggiore si confermano mete turistiche di assoluto rilievo non solo per chi cerca una vacanza all’insegna del relax ma anche per chi ama la Storia e l’Arte.

Previous reading
A Stresa apre il Museo del Liberty
Next reading
Passione Arancione: le zucche a Villa Taranto | 13 14 15 Ottobre 2018