Le 5 cose più una da fare a Stresa in un giorno

Stresa è una magnifica cittadina che per le sue moltissime attrattive turistiche è una meta assolutamente da considerare durante una gita o una vacanza sul Lago Maggiore.
Situata sulla sponda occidentale del lago, in provincia del Verbano Cusio Ossola, conta all’incirca cinquemila residenti e ogni anno viene visitata da tantissimi turisti italiani e stranieri che la apprezzano per le caratteristiche vie del borgo, ma soprattutto per il suo meraviglioso affaccio sulle acque del Lago Maggiore, sulle Isole Borromee e sulle montagne che la circondano.
Oltre alle attrattive paesaggistiche, Stresa è un importante centro culturale per tutta la Regione, con i suoi numerosi eventi che vengono organizzati tutto l’anno, dallo Stresa Festival che ogni anno accoglie musicisti e artisti provenienti da tutto il mondo al prestigioso Premio Stresa, che viene assegnato alla migliore opera letteraria pubblicata in lingua italiana, in Italia o nella Svizzera italiana, nei diciotto mesi precedenti la pubblicazione del bando di concorso. Inoltre, per la bellezza dei suoi panorami, viene scelta come cornice ideale per ospitare eventi pubblici e privati sempre molto suggestivi. Leggi di più “Le 5 cose più una da fare a Stresa in un giorno”

60ma edizione delle Settimane Musicali di Stresa, tra musica e ambiente

Le Settimane Musicali di Stresa sono uno dei festival musicali più importanti a livello internazionale, e quest’anno festeggeranno l’importante traguardo della 60ma edizione, in un momento così particolare di ripartenza per tutti gli eventi dopo un lungo periodo di chiusura.
Il Festival nasce nel 1961 per iniziativa di Italo Trentinaglia de Daverio, un nobile avvocato veneziano, appassionato di musica e delle bellezze del Lago Maggiore, per cui volle creare una manifestazione che annualmente potesse fare di Stresa la sede di uno dei festival internazionali di musica classica più importanti e riconosciuti al mondo.
Il 27 agosto 1962 furono inaugurate le Settimane Musicali di Stresa con un concerto dell’Orchestra del Teatro alla Scala, e da allora si sono esibiti i più importanti musicisti del nostro secolo, ma non solo, è stata anche un trampolino di lancio per giovani concertisti oggi famosi come Michele Campanella, Murray Perrahia, Andrea Lucchesini, Maurizio Zanini e molti altri.
Da ottobre 2020 la direzione del Festival è passata a Mario Brunello, il quale ha voluto dedicare questa edizione agli alberi, simbolo di vita e bellezza e silenziosi protagonisti dello splendido paesaggio di Stresa e del Lago Maggiore. Leggi di più “60ma edizione delle Settimane Musicali di Stresa, tra musica e ambiente”

Riapertura Isole Borromee 2021: orari e biglietti

Siete già stati alle Isole Borromee e volete ritornarci?
Oppure avete in programma di andarci per la prima volta?

Abbiamo una buona notizia per voi: dal weekend dell’1 e del 2 maggio potrete recarvi in uno degli angoli di paradiso che il Piemonte ci regala.

Scopriamo insieme questo arcipelago lacustre tutto da visitare.

Le Isole Borromee sono situate sul Lago Maggiore, nella zona occidentale laddove si trovano i comuni più turistici: Baveno, Stresa – definita “la perla del Lago Maggiore” – e Verbania.
L’arcipelago, legato storicamente alla famiglia dei Borromeo dal XIV secolo, è costituito da tre isole e un isolino, ognuno dei quali ha la propria storia e le proprie caratteristiche.
L’Isola Madre, la più grande e la più lontana dalla terraferma rispetto alle altre, conserva l’aspetto frutto delle trasformazioni avvenute fino al 1700 circa. Qui è possibile visitare le stanze più importanti del Palazzo cinquecentesco dallo stile elegante e sobrio; il maestoso giardino botanico all’inglese ricco di rare piante e fiori originari di quei luoghi lontani, mete dei viaggi della famiglia Borromeo; la cappella di famiglia costruita dall’architetto Defendente Vannini. All’interno del Palazzo spiccano particolarmente il Salotto Veneziano, la Sala delle Battaglie, il Salone di Ricevimento, la Sala dei Papi, la Sala delle Stagioni e il Teatrino delle Marionette.

Sono stati necessari circa 400 anni di lavori per trasformare da scoglio abitato da pescatori a luogo di straordinaria bellezza l’Isola Bella, che prende il nome da Isabella d’Adda, la moglie di Carlo III Borromeo. I visitatori che si recano su quest’isola avranno il piacere di immergersi in un ambiente completamente barocco, stile caratteristico del Palazzo Borromeo e del giardino all’italiana. Tra le 20 sale del Palazzo possiamo citare alcune delle più peculiari: la Sala delle Regine, il Salone degli Arazzi, la Sala del Trono, la Galleria Berthier con oltre 130 quadri, e le Grotte che prendono le sembianze di un luogo marino per le sue decorazioni. Numerose piante e colorati fiori abitano il giardino all’italiana, abbellendo con la loro presenza oltre al parco anche le terrazze, le statue, le fontane e gli obelischi del Teatro Massimo.

L’ultima delle isole è l’Isola dei Pescatori, la più piccola e l’unica ad essere abitata stabilmente durante tutto l’anno. Infatti, ospita un piccolo villaggio di 50 abitanti circa, i quali vivono in case a più piani, disposte tra gli stretti vicoli e costruite per sfruttare lo spazio ristretto. Come si deduce dal nome, è fondamentale sia storicamente che attualmente l’attività della pesca e lo testimoniano anche i lunghi balconi destinati all’essicazione dei pesci.
Infine, l’Isolino di San Giovanni è meno conosciuto rispetto alle tre isole appena descritte, ma è ugualmente affascinante. Qui ha scelto di vivere dal 1927 al 1952 il celebre direttore d’orchestra Arturo Toscanini. È possibile ammirare l’Isolino di San Giovanni a distanza, perché è privato e dunque non visitabile.
Al giorno d’oggi i Borromeo possiedono ancora l’Isola Bella e l’Isola Madre, oltre agli scogli conosciuti come Castelli di Cannero.

Le Isole Borromee sono visitabili solo nei fine settimana durante il mese di maggio, ma a partire da giugno fino all’1 novembre la possibilità si estenderà anche ai giorni infrasettimanali.
Dopo questa lettura – che vi ha dato solo un assaggio della bellezza suggestiva di queste isole – avete deciso di depennarle dalla vostra wishlist e organizzare la vostra prossima gita fuori porta?
Se non sapete come raggiungere le Isole Borromee, vi consigliamo l’efficiente servizio di StresaTours – Consorzio Motoscafisti Associati, che vanta ben 35 anni di esperienza e punta alla soddisfazione dei propri clienti, affinché l’avventura tra i panorami mozzafiato sul Lago Maggiore lasci loro un ricordo indimenticabile.

Prenota ora i biglietti e le esperienze alle Isole Borromee

Un modo completamente nuovo di viaggiare

In vacanza con la propria famiglia, divertirsi e spendere poco da oggi è possibile

Stando ad una recente indagine effettuata proprio dal Ministero dello Sviluppo Economico, il periodo estivo è proprio quello in cui gli italiani, di ogni parte del Paese, spendono di più.

Una spesa che non può minimamente essere paragonata con quella risalente ad altri periodi dell’anno, e che risulta davvero facile giustificare.

In Italia le vacanze costano, e costano davvero parecchio! Le agenzie viaggi si sono specializzate nello “spolpamento” del cliente, che giustamente non può rinunciare al meritato relax dopo un anno pieno di sacrifici e fatiche.

Recentemente nel settore dei viaggi è approdato anche il famosissimo discount Eurospin, la cui politica è ormai conosciuta un po’ da tutti. Proprio come nei suoi discount, Eurospin vuole offrire alle famiglie pacchetti vacanza convenienti e accessibili a tutti i budget.

Con questo scopo ha dato vita a www.eurospin-viaggi.it, il sito web che permette a ognuno di noi di partire a prezzi davvero irrisori, con tanti vantaggi e servizi inclusi nell’offerta. Sicuramente noi non potevamo farci sfuggire l’occasione, e dopo aver provato il servizio con un piccolo viaggio nella costa amalfitana, ecco cosa abbiamo capito!

Tante offerte e vantaggi sempre inclusi

La prima cosa che ci ha colpiti al momento della prenotazione, sono state proprio le molteplici offerte di partenza, che partivano da prezzi medio-alti, fino a scendere gradualmente.

Ovviamente noi abbiamo puntato le nostre risorse economiche verso un pacchetto di basso costo, ed eravamo già pronti a viaggiare nella stiva dell’aereo. Il nostro intuito ci ha traditi

Ad un prezzo irrisorio abbiamo potuto acquistare sia un posto confortevole in aereo, con tanto di champagne per diminuire l’effetto jet lag in questo caso inesistente, sia il soggiorno in albergo e l’entrata presso le attrazioni migliori della nostra destinazione.

Sicuramente l’albergo non era una lussuosa residence per celebrità, tuttavia dobbiamo ammettere che siamo stati trattati nel migliore dei modi, e le condizioni del locale erano ottime, sia sotto il punto di vista dei comfort che della pulizia. Dopo qualche ora di riposo in albergo, che abbiamo utilizzato per pianificare i prossimi step del viaggio, abbiamo deciso di fare qualche tuffo nella spiaggia privata dell’albergo.

Eravamo già pronti a tirar fuori il portafoglio per pagare l’ingresso, tuttavia il pacchetto di Eurospin Viaggi ci ha salvati anche questa volta. L’entrata, come ci hanno spiegato gli addetti alla reception, era già inclusa nel prezzo che avevamo pagato sul sito web del servizio, avete capito bene, completamente gratuita.

Siamo ritornati a casa soddisfatti dopo questa esperienza, non solo perché abbiamo scoperto che è possibile viaggiare spendendo poco; ma sopratutto sorpresi del fatto che Eurospin sia riuscita a realizzare un servizio di viaggi così efficiente e ben progettato.

Garanzie e rimborsi

Noi fortunatamente non abbiamo mai avuto bisogno di richiedere un rimborso ad Eurospin Viaggi, in quanto la vacanza è andata a meraviglia, tuttavia il sito si esprime in maniera chiara anche sotto questo punto di vista.

Qualora si verificassero problemi che vi negano l’entrata presso i servizi o locali inclusi nel pacchetto acquistato, sarà il portale stesso a provvedere per il rimborso completo, e a proporvi una valida alternativa che non rovini il vostro viaggio.

Tutte le strutture sono obbligate a rispettare precise norme di sicurezza e sanificazione, motivo per cui le superfici di contatto pubblico vengono costantemente igienizzate.

Eurospin Viaggi seleziona i propri collaboratori con cura, onde evitare imprevisti e situazioni spiacevoli per il viaggiatore; tuttavia se ciò dovesse accadere vi basterà contattare  un operatore tramite il sito web, che risolverà immediatamente la faccenda.

IL FERRAGOSTO ALL’ISOLA DEI PESCATORI

IL FERRAGOSTO ALL’ISOLA DEI PESCATORI

giovedì 15 agosto 2019 dalle ore 19:00

 

Tuffati insieme a noi nella storia e nella cultura della pittoresca Isola dei Pescatori dell’arcipelago Borromeo.

Vivi il tradizionale FERRAGOSTO ISOLANO, ovvero il festeggiamento popolare dell’assunzione al cielo della vergine Maria.

Percorri tutte le viuzze dell’isola e il suo perfetto lungolago insieme alla processione che porterà la statua della Madonna a salutare tutti i suoi fedeli tra canti, luci e fiori.

Segui poi con lo sguardo il proseguo della processione ora su di una barchetta tutta illuminata che accompagnata da un corteo di altre barche, simili alla prima per decorazioni e luci, farà il giro completo dell’isola, circondandola così in un cerchio di luce.

A seguire poi ammira dalla riva lo spettacolo pirotecnico proveniente dalla costa lombarda del Lago Maggiore che chiude magicamente tutta la serata!

Prima, durante e dopo la processione gusta i deliziosi piatti di pesce della tradizione isolana, scegliendo tra i molti ristoranti dislocati sull’isola.

Programma Dettagliato:

  • 20:30 Messa ( 1h circa)
  • 21:30 Processione ( 1h circa)
  • 22:30 Fuochi d’artificio ( 15 minuti circa)

Partenza

Dalle ore 19 presso Piazzale Lido 28838 Stresa (VB)

Ogni mezzora fino alle 22:30

Ritorno

Presso i moli comunicatovi dai capitani ogni mezz’ora fino alle 23:30 (ultimo viaggio di rientro)

Vacanza in Croazia, scegli di partire in barca

State pensando di andare in vacanza in Croazia? Il noleggio barche garantisce diverse soluzioni per una vacanza all’insegna del relax e del divertimento. Scegliere di varcare il mare Adriatico alla scoperta di questa terra, vi permetterà di apprezzarne tutti gli aspetti naturalistici, storici e ambientali. Sarà un modo molto eccitante per trascorrere in compagnia o della vostra famiglia, dei vostri cari, della vostra metà o degli amici, le vacanze. La Croazia da un punto di vista turistico ha una tradizione davvero molto lunga. Per quanto concerne il turismo nautico, in tale Paese si ha la possibilità di poter contare su dei servizi eccellenti e a buon mercato, utilissimi per coloro che vogliono partire in barca. Noleggiare barche in Croazia è più facile del previsto grazie alla presenza di numerose attività commerciali del settore.

I vantaggi di un vacanza in barca in Croazia

Se avete scelto di partire alla scoperta della Croazia direttamente dal mare, potete contare su una serie di vantaggi. Innanzitutto sulla velocità. Nel noleggio barche Croazia troverete anche barche a motore, molto veloci che con una costanza di circa 30 nodi che vi permetterà di spostarvi facilmente lungo la costa croata. Esistono varie tipologie di barche su cui potreste contare. Innanzitutto yacht, catamarani, motoscafi o una semplice barca a vela. C’è solo l’imbarazzo della scelta. Un altro vantaggio di una vacanza in barca in Croazia sta nel comfort che questa soluzione vi può dare. Le spiagge più belle della Croazia sono delle insenature alquanto piccole, che spesso nel periodo estivo sono affollate. Arrivarci in barca vi permetterà di vivere in maniera confortevole la vacanza senza dover per forza mischiarsi su spiagge affollate. Inoltre, l’Adriatico ha il mare basso e quando arriverete anche vicino alle isole, avrete molta facilità nell’ancoraggio. La barca perciò vi aiuterà a scoprire tutti gli aspetti della Croazia che difficilmente sareste in grado di conoscere nella stessa tipologia di vacanza via terra.

Cosa visitare in una vacanza in Croazia in barca

Sono tantissime le località della costa croata che vale la pena visitare in un vacanza in barca. Innanzitutto, vi è la capitale Dubrovnick, che è famosa per le sue bellezze storiche, architettoniche, culturali e paesaggistiche. Tra le città più belle vi è Spalato, con il suo lungomare incantato dalla presenza del palazzo di Diocleziano, uno spettacolo architettonico e cuore della movida. Nella provincia della Dalmazia, vi sono anche tanti altri centri e località marine che vi stupiranno della presenza di spiagge dalla sabbia bianca o dorata e dalle acque cristalline. Assolutamente da non perdere sono le isole di Hvar, Pag, Brac o la città di Zara, da cui è possibile vedere i tramonti più belli d’Europa. Vale la pena anche visitare tutte le insenature marine della costa croata o fermarsi per una visita culturale della città di Pula, famosa per i suoi resti romani. Ogni angolo di questa terra vale la pena di essere scoperto soprattutto se si pensa alla ricchezza della macchia Mediterranea che caratterizza l’intero territorio croato.

Scoprire le Eolie a bordo di uno yatch, ecco cosa vedere

Scoprire le Eolie a bordo di uno yatch, ecco cosa vedere

Le isole Eolie sono un arcipelago davvero fenomenale che si trova in Sicilia. Venivano chiamate le “sette perle” del Mediterraneo o anche le “sette sorelle”. Le isole Eolie sono circondate da un mare dal blu intenso e si trovano nella Costa nord orientale della Sicilia. Queste isole sono caratterizzate da una natura selvaggia e incontaminata, allo stesso modo però, sono ricche di movida nonché di spiagge bellissime e sensazionali. Sono molto differenti l’una dall’altra e sono isole che vale la pena scoprire nel dettaglio. Partire per una vacanza con l’obiettivo di godersi la bellezza di questo territorio è assolutamente consigliato. Cosa stai aspettando? Goditi il mare con uno yacht nelle isole Eolie.

Idee di viaggio per una vacanza in barca nelle isole Eolie

Innanzitutto, se volete visitare le isole Eolie, non potete non iniziare dall’isola più grande e più ricca anche di movida, ovvero Lipari. Lipari è caratterizzata da locali suggestivi e molto caratteristici. La sua spiaggia più famosa è quella che si trova nella baia di cava Pomice. Questa spiaggia si trova a ridosso di una vecchia cava di pomice che, attualmente, è in disuso. Il mare è davvero trasparente, la spiaggia è bellissima. Un’altra isola assolutamente da visitare in questo tour in barca delle Eolie è Stromboli. Stromboli è sovrastata da un vulcano attivo che, infatti, regala degli spettacoli davvero suggestivi. A Stromboli è possibile vedere gli sbuffi di lava che arrivano direttamente al mare con zampilli dal forte colore rossiccio. Da vedere a Stromboli, anche Ginostra che è un agglomerato semi-urbano della bellezza senza tempo. A Stromboli sarà anche possibile vedere in barca Strombolicchio, l’isolotto che si trova poco lì vicino e che vi permette di scoprire la bellezza di questa terra. Un’altra isola imperdibile è Salina, che è la seconda più grande di tutto l’arcipelago. A Salina si trovano le riserve naturali di vulcani spenti ed è possibile vivere in una natura selvaggia.

La scoperta delle isole Eolie, cosa vedere

Altre isole assolutamente da vedere sono Panarea, che è una delle più piccole ma che è anche considerata un itinerario molto ambito per gli amanti della vita mondana. È l’isola più glamour, ricca di cultura, storia, arte e di mondanità. Infine, ci sono le isole di Alicudi e Filicudi, sono le isole più selvagge di tutto l’arcipelago e sono caratterizzate dalla presenza di una vegetazione ricca e incontaminata. Non è sicuramente la meta ideale di vacanza per chi è amante delle comodità. Per questo motivo, conviene visitare con uno yacht di isole Eolie ed arrivare fino ad Alicudi e Filicudi per non subirne i disagi organizzativi. Per la partenza in barca, bisogna verificare che sia il periodo ideale e poi potrete partire all’avventura, in modo tale da poter scoprire queste isole fantastiche. Le Eolie hanno l’animo siciliano ma in realtà, sono caratterizzate da usanze e tradizioni uniche, trend e colori sono un po’ diversi da quelli invece classici della Sicilia. Ogni isola si caratterizza per paesaggi diversi e quindi, tutte le Eolie vanno vissute con passione: lo yatch è il mezzo ideale per visitarle.

Il Piemonte è la regione Top per il 2019 di Lonely Planet

Che il Piemonte avesse molto da offrire noi lo sapevamo già, ma è sempre bello quando un’istituzione del turismo come Lonely Planet si unisce al coro riconoscendo le grandi potenzialità di questa parte d’Italia.

Ovviamente il Lago Maggiore non poteva non figurare fra le  bellezze per le quali vale la pena di passare qualche giorno nella Regione. Luoghi come Stresa e le Isole Borromee hanno di anno in anno aumentato la loro popolarità sia fra i turisti nostrani che fra gli stranieri in cerca di bellezze mozzafiato che esulino dalle classiche destinazioni come Roma, Venezia o Firenze.

I ritmi rilassati e la varietà delle attività che si possono svolgere sulla sponda e sulle isole fa del Lago Maggiore una meta adatta a tutti, dalle scolaresche alle famiglie, dai fidanzati in cerca di romanticismo agli appassionati di Storia e cultura.

Il cibo e l’accoglienza sono di prim’ordine essendo questa una zona che ha fatto del turismo la propria vocazione primaria e dunque non sarà un problema per il Lago Maggiore accogliere tutti i nuovi turisti e curiosi che ci auguriamo arriveranno presto magari anche grazie a questa dichiarazione d’amore di Lonely Planet.

Per godere al meglio delle bellezze del Lago è importante anche avere a disposizione tanti diversi modi di vivere  e navigare il Lago: grazie alla nostra ampia flotta fatta di barche più o meno grandi, coperte e scoperte, vintage o moderne, CMA è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di navigazione sul Lago Maggiore.

Cosa ha a che fare lo zafferano con il Lago Maggiore?

Forse non tutti sanno che questa preziosa pianta originaria dell’Asia Occidentale non viene solo coltivata in Paesi lontani ed esotici, ma anche “dietro casa” e più precisamente ad Angera.

E’ il 1810 quando il Dott. Ajcardo Castiglioni ha introdotto ad Angera la coltivazione dello zafferano e oggi la tradizione continua grazie a Giovanni e Carmela, titolari dell’azienda agricola “Le Sinergie”.

Anche se siamo abituati a pensare il contrario per il suo prezzo astronomico, lo zafferano non è una pianta esigente dal punto di vista delle condizioni ambientali e della terra, poiché si adatta a tutti i tipi di terreno e sopporta temperature estreme variabili tra i 40 ºC in estate e i -15 ºC in inverno.

La spezia vera e propria è composta dagli stimmi essiccati, in forma di filamenti o di polvere.

Il fiore dello zafferano presenta uno stimma di colore rosso diviso in tre filamenti uniti da una piccola parte di stimma di colore arancione. La caratteristica principale dello zafferano è il suo potere colorante ma anche il suo gusto è inconfondibile ed insostituibile.

I componenti responsabili di queste proprietà sono principalmente la Crocina, la Picrocrocina e il Safranale.

Coltivato senza uso di pesticidi e fertilizzanti, lo zafferano d’Angera è perfetto per arricchire, con il suo sapore ricco, pieno e inconfondibile qualsiasi ricetta, dal più semplice e tradizionale risotto alla milanese a  quelle più raffinate come i trucioli allo zafferano di Gualtiero Marchesi.

 

 

 

 

A Stresa apre il Museo del Liberty

Non vogliamo festeggiare prematuramente, ma pare proprio che Stresa ospiterà il primo Museo del Liberty in Italia!

I lavori sono già iniziati: la sede è stata individuata nella splendida villa “La Rondine” dal coordinatore del progetto Prof. Giorgio Chiari e a quanto pare gli spazi interni sono già in fase di progettazione da parte di un team di architetti sotto la supervisione del curatore scientifico incaricato, l’esperto di Liberty Andrea Speziali. Leggi di più “A Stresa apre il Museo del Liberty”